top of page
  • Ufficio Stampa

Juniores vola in finale

Aggiornamento: 16 giu

IL TABELLINO

Alcione, un'altra finale Scudetto: supera il Caldiero Terme e si appresta ad affrontare in finale la Cavese.


L'Alcione Milano torna in finale, la squadra si conferma tra le quattro squadre più forti d'Italia. I ragazzi di Campisi conquistano un altro traguardo storico per la Lombardia. Nessuna squadra lombarda ha mai raggiunto due finali Scudetto consecutive. C'è grande voglia di rivincita dopo lo scorso anno.


Nel ritorno della semifinale contro il Caldiero Terme, dopo l'1-1 dell'andata, gli orange danno spettacolo al Kennedy. Dopo soli 7 minuti, Rebaudo imbecca sulla destra per Vecchi, il cui cross sul secondo palo viene sfruttato da Mocchi. Due tentativi respinti da Budao non bastano al portiere avversario per impedire il vantaggio dell'Alcione.

Appena un minuto dopo, Pacifico intercetta un passaggio orizzontale di Caloini, incrociando con calma il sinistro per il 2-0.


I ragazzi di Campisi, galvanizzati da un avvio perfetto, continuano a premere, sfiorando il tris con Scrivanti e colpendo un clamoroso incrocio dei pali con Cozzi.

Un colpo di testa di Pacifico su punizione battuta da Vecchi va vicino al gol, ma il primo tempo si chiude sul 2-0.


Nella ripresa, l'Alcione cerca di chiudere definitivamente i conti, ma senza successo. Ciceri ha una buona occasione su sponda di Scrivanti, ma il suo tiro viene bloccato dalla difesa.

Il Caldiero Terme cerca di rientrare in partita con Mastella e Cera, ma senza trovare la via del gol.


Il secondo tempo è avaro di emozioni, con entrambe le squadre che faticano a creare occasioni nitide.


L'Alcione gestisce saggiamente il vantaggio, contenendo le sporadiche offensive avversarie e mantenendo salda la difesa, grazie anche alle prestazioni di Scrivanti, Lombardo e Rebaudo. I cambi tardivi del Caldiero non cambiano l'inerzia della partita, che si spegne pian piano, lasciando spazio alla festa milanese.


Ora l'Alcione è di nuovo in finale, dove affronterà la Cavese, squadra campana. L'obiettivo è chiudere definitivamente quel cerchio aperto l'anno scorso e conquistare lo Scudetto. La voglia di rivincita è tanta, e i ragazzi di Campisi sono pronti a scrivere un'altra pagina di storia del calcio lombardo.


ALCIONE-CALDIERO TERME 2-0

 7' Mocchi (A), 8' Pacifico (A)

.ALCIONE (4-3-3): Gueye, Lauriola, Ciceri (30' st Caremoli), Rebaudo, Scrivanti, Lombardo, Mocchi (23' st Lione), Cozzi (43' st Brenicci), Gorla, Vecchi (38' st Gallazzi), Pacifico (34' st Laurora). A disp. Zappatore, Braiotta, Liguori, Gialloreto. All. Campisi.

CALDIERO TERME (4-2-3-1): Budao, Guglielmoni (28' st Marconcini), Rossafi, Sambugaro (19' st Dal Bosco), Rubele, Caloini, Burato, Albrigi, Mastella, Grego (28' st Parisi), Cera. A disp. Scarsi, Favalli, Zacchiroli, Residori, Anastasi, Soprana. All. Bacha.

ARBITRO: Garofalo di T. del Greco.

ASSISTENTI: Ambrosino di Nichelino e Trionfante di Torino.

AMMONITI: Lombardo (A), Sambugaro (C).

181 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page